Solo blog #6 – Televisore

Lasciando a destra l’ultimo ostacolo

Aveva terminato la gara in un 

Tripudio di abbracci convulsi

Ad ogni abbraccio il vuoto avanzava

Sulla nuda gioia del primato 

E si ritrovò sul podio con

Un sorriso assente che poi rimase lì

Per il resto dell’inverno, dell’anno,

E che si portava con sé ogni

Sera nel bar di Rue Monge,

E nella ricevitoria di Place dell’Armerie

Scommetteva nelle gare regionali di sci

Predizioni facili bastava chiamare l’allenatore del favorito 

Alle dieci di sera e sentire se era ubriaco 

Quella sera c’era la gara di slalom gigante 

E la scassata TV di Rue Morgue trasmetteva la premiazione 

Di un giovane ragazzo sorridente

Disse “mio figlio” ma nessuno nel bar lo ascoltava. 

Published by Paolo Baruch Spinoza

Fisico, scrittore, calciatore, giornalista scientifico, non sono nulla di tutto questo. https://twitter.com/PaoloBarucca

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: